Marie Claire Gegera

Marie Claire, rimasta orfana in tenera età di entrambi i genitori a causa della guerra a diciannove anni si trasferisce in Rwanda, dove studia e coordina il sostegno ai malati di Aids ricoverati in ospedale. Quando scoppia la guerra civile nel Rwanda, inizia la sua esperienza come volontaria, nell’ambito della Caritas diocesana. Nel 1996 Marie Claire giunge per la prima volta in Italia per imparare la lingua dei gesti e per la formazione degli insegnanti dei sordomuti. Tra il 1998 e il 2005 rientra in Burundi e nel Congo, dove lavora con i missionari. Nel 2005 torna in Italia e nel 2009 si laurea in Infermieristica presso l’università di Bari. Nel 2011 consegue il master in Emergenza infermieristica pediatrica presso l’Università di Genova. Nel 2014 ottiene il Master in Management e coordinamento Sanitario all’Università degli Studi Internazionali di Roma. Dal 2008 collabora con le suore di Madre Teresa di Calcutta. Sebbene abbia perso i genitori, vittime delle rivalità fra Hutu e Tutsi, Marie Claire conserva un grande amore per ogni etnia della sua gente, al punto da dedicare tutte le sue risorse nella costituzione di una onlus fondata a Bujumbura per sostenere le persone più disagiate Aps (Associazione per la promozione della salute e dello sviluppo socio–economico). Obiettivo è quello di evitare gli errori più comuni, soprattutto quello di privare i neonati di sostanze essenziali al loro sviluppo fisico e mentale. I volontari illustrano nei villaggi i danni conseguenti alla mancanza di proteine o di determinate vitamine, e per ogni carenza vengono suggeriti quali legumi e frutti locali utilizzare, scongiurando così patologie come il kwashiorkor (bambini con la pancia gonfia) o il marasmus (assenza di massa muscolare).